Italiano

Informazioni sull'attivitá della "Porta Speciosa" Associazione di Pubblica Utilitá

Nel 1995 si é concretizzata l'esigenza di mettere in atto un foro di cooperazione ed informazione per quegli esperti che prendono parte alla conservazione e manutenzione competente del patrimonio architettonico. L'edificio, come documento autentico, richiede che a partire dalla formazione alle ricerche, dagli operai specializzati agli ingegneri, dalle scuole alle corporazioni degli artigiani ed agli uffici, tutte queste attivitá trovino e rafforzino il loro interesse comune per la protezione del patrimonio architettonico. La Porta Speciosa nel latino medievale significava "Porta Ornata" ed in Ungheria vennero chiamate cosí delle porte a Esztergom e Pannonhalma. La scelta di nome vuol esprimere il carattere aperto dell' Associazione, la transparenza ed il rispetto nei confronti del patrimonio. L'obiettivo dell' Associazione é fra l'altro: promuovere lo scambio di informazioni e la coordinazione delle ricerche di monumenti d'arte e dei vari mestieri, creare un centro documenti, aiutare la formazione professionale e l'aggiornamento, delinearne il contenuto e partecipare ad organizzarli, pubblicare delle raccomandazioni professionali, convalidare gli interessi degli istituti di formazione ai vari fori, venendo a contatto con degli esperti nazionali e internazionali, organizzare delle conferenze e dei corsi di aggiornamento.

Riassunto dello statuto dell'Associazione

1. Riconoscendo la necessitá di una ricerca approfondita e di un lavoro artigianale e professionale per la manutenzione dell'architettura tradizionale, conformemente all'Accordo di Granada no.121 del Consiglio Europeo, l'Associazione si propone i seguenti obiettivi:

  • 1.1 aiutare lo scambio e diffusione d'informazioni riguardanti le attivitá sopraindicate, la coordinazione professionale, la realizzazione di un centro documenti
  • 1.2 promuovere la formazione, deciderne il contenuto, pubblicare delle raccomandazioni professionali
  • 1.3 stare in contatto professionale con degli esperti ungheresi e con quegli stranieri
  • 1.4 incoraggiare l'attivitá pubblicitaria

2. L'Associazione, come ente giuridico, dá appoggio al gruppo di lavoro ungherese degli esperti del Consiglio Europeo per "l'istruzione e formazione di artigiani conservatori del patrimonio culturale". É per questo che nei tempi passati abbiamo organizzato numerosi programmi, fra questi: conferenze, concorsi, pubblicazioni, programmi di formazione, viaggi di studi professionale. Alcuni programmi importanti vengono presentati come segue.
Destare l'interesse dei giovani ed anche degli esperti ai mestieri tradizionali dell'edilizia, alla tecnica architettonica ed ornamentale, questo é uno degli obiettivi principali della nostra Associazione. Parallelamente a questo, vuol aiutare l'istruzione, la ricerca, la raccolta dei documenti di questi mestieri, cioé creare un centro documenti. Per aiutare a far conoscere quest'obiettivo, nel 2000 abbiamo bandito un concorso "Foto di porta del mio ambiente", ed un altro nel 2001 "Metto il piede sul gradino", per i giovani partecipanti alla preparazione professionale di livello medio e superiore. Il gran successo dei due concorsi ci ha spinto a continuare il nostro lavoro. Cosi nel 2002 abbiamo inidetto il nuovo concorso "Il cavalletto del tetto sopra di noi." . Le oprere dei concorrenti sono state giudicate da una giuria composta di architetti rinomati, dirigenti della nostra Associazione, rappresentanti della Camera di Architettura e dell'Associazione di Architetti Ungheresi. Le opere migliori dei concorsi hanno ottenuto dei premi di valore e sono state pubblicate in due volumi (300 esemplari nel caso del primo concorso, ed un altro volume é uscito nel 2003 con le opere premiate del secondo e terzo concorso) spediti poi ad ogni partecipante, agli istituti d'istruzione ed agli sponsor. Nell'anno accademico 2003/04 dato che c'é la ricorrenza Zsolnay, abbiamo bandito un nuovo concorso "Mania di maiolica".
Abbiamo aiutato a far registrare nell' Elenco Nazionale di Preparazione Professionale tali specializzazioni come per esempio: tecnici di manutenzione di monumenti d'arte, decoratore, ricostruttore - restauratore di monumenti d'arte, abbiamo partecipato ad elaborare le esigenze professionali, programmi base e per gli esami.
Per far conoscere le esperienze internazionali della rete per la protezione di monumenti nazionali nel 2001 é stata organizzata una conferenza dedicata alla presentazione dell'attivitá e delle esperienze degli olandesi, con la partecipazione del Monumentenwacht olandese, la Fondazione Teleki e della KHT Monostori Erőd.
Nello spirito della conferenza la Scuola Professionale Táncsics Mihály di Veszprém ha iniziato a prepararsi a costruire la rete nazionale, con l'aiuto della Fondazione Veszprém per la preparazione professionale di specialisti per la protezione dei monumenti nazionali.

Nella Scuola Professionale T.M. di Veszprém da 4 anni é in corso la formazione di specialisti, a livello medio, per la manutenzione dei monumenti d'arte. I tecnici, insieme con gli studenti partecipanti alla formazione, aiutano il loro ambiente (Municipio, Contea, la regione del Transdanubio centrale). Eseguendo i compiti sempre ad alto livello, vengono incaricati anche di compiti speciali.
Piano piano sono riusciti ad avere contatti anche con l'Arcivescovato di Veszprém. Questi contatti sono molto importanti, perché é la Chiesa che ha in possesso la maggior parte dei monumenti storici, le cui condizioni sono molto varie. In base a questa cooperazione la fondazione della scuola ha preso parte a un concorso bandito dal Ministero del Patrimonio Culturale con quattro opere, e tre delle quattro sono state anche premiate. Con i soldi ricevuti e con la quota della Chiesa abbiamo eseguito l'isolamento contro l'umiditá del piedistallo della cappella Haiszler nel cimitero di centrocittá di Veszprém. La cappella é stata rinnovata tutta, incluso anche il tetto, con la partecipazione attiva degli studenti.
Quanto alle conferenze, abbiamo organizzato per primo un seminario che aveva luogo all'Universitá d'Ingegneria di Budapest, sull'intonaco e superficie di pietra dei monumenti nazionali. L'ottima cooperazione professionale con il NköM ed il NKÖH e l'appoggio concorsuale ottenuto, ci ha permesso di iniziare quest'anno una serie di conferenze sulla "Protezione di monumenti nazionali e l'installazione nel 21°mo secolo", fra le quali quelle primaverili ed autunnali sono state giá tenute. Uno degli obiettivi degli incontri é: iniziare un colloquio fra gli installatori, architetti, specialisti di monumenti d'arte, far conoscere le possibilitá dovute alla tecnica e tecnologia moderne, presentare il modo di guardare i monumenti d'arte, presentare le esigenze professionali per la conservazione dei valori e funzioni tradizionali dei palazzi.
Dal 2000 la nostra Associazione prende parte da gestore all'organizzazione delle Conferenze Internazionali di Studenti per l'Architettura. Le scuole professionali, partecipanti alle conferenze, prendono parte anche al lavoro dell'Associazione.
Per rendere piú stretta la cooperazione con le scuole professionali e con i rappresentanti degli specialisti ed applicatori, della vita economica, quest'autunno insieme con l'Ufficio per la Protezione del Patrimonio Culturale abiamo organizzato un colloquio di gran successo "Istruzione professionale di livello medio nella protezione del patrimonio".
Negli ultimi anni la nostra Associazione cooperando con la sovrintendenza ai monumenti nazionali dei paesi confinanti, organizza dei viaggi di studi per esaminare la loro attivitá professionale. Cosi per fare lo scambio di esperienze, siamo andati a Mauerbach dell'Austria, a Ptuj della Slovenia ed a Selmecbánya della Slovacchia. Queste visite professionali hanno permesso agli specialisti di acquistare molte esperienze ed idee utilizzabili.

Informazioni sull'attivitá della "Porta Speciosa" Associazione di Pubblica Utilitá

Newstyle Design
Az oldal megtekintéséhez Internet Explorer 6 ajánlott és Flash Player 7 szükséges